Italiano

Comunicati stampa

Ucima: scatto delle vendite nel I trimestre 2021 grazie al traino del mercato domestico

CS 04/2021

La variazione di fatturato rispetto a marzo 2020 segna +9,2%, frutto di una notevole crescita sul mercato interno (+28,8%). Torna a salire la media annua dei mesi di produzione garantita

Modena, maggio 2020 – Secondo il campione di imprese monitorato dal centro studi Mecs-Ucima resta in territorio positivo il fatturato dei costruttori italiani di macchine per il confezionamento e l’imballaggio nel primo trimestre del 2021. L’incremento rispetto allo stesso periodo del 2020 è pari al +9,2%. A trainare il settore il mercato domestico con una crescita del 28,8%, più moderata la variazione della crescita sul mercato estero (+4,9%).

Migliorano ulteriormente anche i dati relativi alla raccolta ordini nel primo trimestre 2021, sia in patria sia oltreconfine, con un incremento complessivo del 10,5% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. La domanda estera registra nel primo trimestre una crescita del 4,5%, quella interna del 43,2%. Dietro questo eccezionale rimbalzo c’è anche l’effetto del lockdown nazionale iniziato nel marzo 2020.

Le aspettative per i prossimi mesi restano stabili, sia sul mercato interno che su quello estero. Le migliori aspettative si attendono nei settori Food, Pharma e Chimico.

Conseguenza di questi dati l’aumento di produzione assicurata, che si attesta su 6,3 mesi, mentre a dicembre era pari a 5,6 mesi. Dal rilevamento trimestrale emerge una maggiore vivacità nei servizi after sales rispetto alla vendita diretta di macchine.

“I dati del primo trimestre sono molto confortanti – commenta Matteo Gentili, presidente di Ucima - e confermano la ripresa, sia sul fronte nazionale sia globale. La strada resta lunga, con le variabili dovute alla piena risoluzione della pandemia e alla concorrenza sempre più agguerrita dei competitor, ma il percorso è segnato e quando la crisi sarà risolta il settore che rappresentiamo sarà ancora più solido”.