Italiano

La cedrata Tassoni diventa 4.0

Cedral Tassoni, storica azienda bresciana produttrice della famosa cedrata, ha appena varato un investimento vicino al milione di euro per automatizzare l’intera filiera produttiva, inserendo robot che si occupano di tutta la fase di controllo qualità e di packaging in maniera completamente interconnessa.

Un passo necessario, finalizzato a far fronte alla crescente domanda a cui l’azienda non era più in grado di rispondere. L’installazione dei nuovi impianti ad altissima automazione, iniziata a novembre e finanziata parzialmente dagli incentivi varati dal Governo per Industria 4.0, terminerà nei primi mesi del 2018 e porterà la produzione a 200mila pezzi giornalieri con minimo impiego di personale.

Tra i principali interventi l’inserimento di macchine e sistemi di automazione di nuova generazione finalizzati al  controllo del prodotto finito e allo scarto dei pezzi difettosi con altissimi livelli di precisione. Interessata anche la linea di confezionamento dotata di una nuova macchina per inserire il prodotto in cluster e una incartonatrice wrap-around. Linee che saranno collegate in teleassistenza per immediati interventi da remoto e dotate di sensori per la manutenzione predittiva.

Nell’ultimo triennio Tassoni ha visto crescere le sue quote di mercato del 25% e stima di portare in breve tempo gli investimenti in R&D intorno al 5-6% del fatturato. Il passo successivo su cui l’azienda si concentrerà sarà la logistica, dove intende arrivare alla completa automazione.