Italiano

Parte il progetto Terminus per il packaging sostenibile

Ideare una nuova generazione di packaging ecosostenibile con l’aiuto di particolari enzimi che ne permettono il riciclo.

È questo l’obiettivo di Terminus, il nuovo progetto di ricerca finanziato dall’UE (5,7 milioni di euro), a cui partecipa un team di 13 partner, esperti di imballaggi, scienza dei polimeri e progettazione di biocatalizzatori, tra cui anche l’Università di Bologna.

Terminus punta a sviluppare prodotti plastici multistrato da confezionamento, lavorando sull’azione di enzimi capaci di decostruire il materiale separando tutti gli strati di cui è composto. In questo modo gli imballaggi multistrato, diffusissimi in negozi e supermercati, diventeranno per la prima volta riciclabili.

Il consorzio coinvolge otto diversi paesi europei: Francia, Belgio, Lituania, Italia, Germania, Norvegia, Svizzera e Svezia.