Italiano

Imballaggi riciclabili ed energia pulita: l’impegno green di Coca-Cola HBC Italia

Sono davvero notevoli i risultati ambientali raggiunti da Coca-Cola HBC Italia e presentati il 27 giugno scorso nel suo 15° Rapporto di Sostenibilità.

I quattro stabilimenti attivi utilizzano solo energia prodotta da fonti rinnovabili e gli imballaggi già oggi solo100% riciclabili.

I risultati ottenuti sono frutto di progetti pluriennali che hanno coinvolto l’intera catena del valore: dall’approvvigionamento energetico nella produzione delle bevande – con l’adozione di impianti di cogenerazione installati nei siti produttivi di Nogara (VR), Oricola (AQ) e Marcianise (CE) che permettono di produrre energia, calore e acqua refrigerata – all’attenzione alla vita dei prodotti dopo il consumo, in attuazione dei principi europei dell’economia circolare.

Sul tema degli imballaggi, sono quattro le aree strategiche su cui l’azienda è impegnata, a partire dalla riduzione del peso e del volume degli imballaggi, con interventi come la sgrammatura delle bottiglie in plastica (PET), oggi più leggere del 14% e con un maggior utilizzo di plastica riciclata. 

L’ottimizzazione degli imballaggi secondari è un altro ambito su cui Coca-Cola HBC Italia ha ottenuto importanti risultati (-50% di riduzione sul peso), a cui si aggiungono le azioni volte all’utilizzo di materiali riciclati, con l’obiettivo di raggiungere il 10% di plastica riciclata entro dicembre 2019 e il 50% entro il 2030, superando gli obiettivi dell’Unione Europea.

Infine, in collaborazione con i Consorzi del Sistema CONAI, l’azienda sta incoraggiando i consumatori a smaltire correttamente gli imballaggi dei prodotti acquistati. Le azioni, in linea con gli impegni al 2025 del Gruppo Coca-Cola Hellenic Bottling Company, comprendono anche l'attenzione alla crescita e al benessere degli oltre 2.000 dipendenti ed il coinvolgimento delle comunità in cui l’azienda è attiva (20 Regioni).