Italiano

Acqua Dolomia, 100 milioni di bottiglie vendute

100 milioni di bottiglie vendute, una crescita di fatturato del 10% e una quota export che segna un +25%.

Sorgente Valcimoliana, l’azienda di Cimolais (PN) che imbottiglia con il marchio Acqua Dolomia, chiude l’esercizio 2019 confermando tutti gli obiettivi previsionali, compresi il consolidamento nel mercato statunitense e l’inserimento dei propri prodotti in nuovi mercati dell’Asia e del Sud America (prossimo sbarco sarà l’India). Tutti indicatori che promettono performance di rilievo anche per il 2020 anno in cui, secondo Gilberto Zaina, Amministratore Delegato di Acqua Dolomia, l’azienda dovrebbe raggiungere il target dei 120 milioni di bottiglie prodotte. Obiettivi importanti anche per quanto riguarda la sostenibilità ambientale e la riduzione dell’utilizzo di materie plastiche.

Con grande anticipo rispetto a quanto richiesto dalle direttive europee in vigore dal 2025, Sorgente Valcimoliana ha infatti introdotto nel ciclo di produzione la plastica rigenerata R-PET e si è imposta la riduzione graduale della plastica vergine per tutte le linee di prodotto, affiancata alla sensibilizzazione dei consumatori alla cultura del riciclo dei materiali. Parallelamente è stato destinato un importante investimento di 7 milioni di euro per l’avvio di nuove linee di produzione nello stabilimento di Cimolais dedicate al VAR, vetro a rendere, che dalla primavera del 2020 verrà destinato al canale ho.re.ca per una distribuzione nelle aree limitrofe e di media distanza.